photo
ascolta il podcast le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

De André#De André – Storia di un impiegato (2021), la recensione del documentario di Roberta Lena

31/10/2021 16:00

Marcello Perucca

Recensione Film, Film Documentario, Film Italia, Fabrizio De Andrè, Roberta Lena,

De André#De André – Storia di un impiegato (2021), la recensione del documentario di Roberta Lena

Cristiano De André e Fabrizio De André. Un figlio e un padre. È questo il tema conduttore del bel documentario di Roberta Lena

Cristiano De André e Fabrizio De André. Un figlio e un padre. È questo il tema conduttore del bel documentario di Roberta Lena De André#De André – Storia di un impiegato, prodotto da Intersuoni, Nuvole Production e Nexo Digital e presentato fuori concorso alla 78ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

 

Sulle note delle canzoni del concept album Storia di un impiegato, realizzato nel 1973 da Fabrizio De André in collaborazione con Giuseppe Bentivoglio e Nicola Piovani e che il figlio Cristiano sta portando in tour sui palcoscenici italiani, si sviluppa questo intenso ritratto che Roberta Lena – anche regista del tour - ha realizzato, seguendo con la macchina da presa Cristiano alla ricerca di memorie spesso inedite che raccontano del suo rapporto con il padre.

storia-di-un-impiegato.jpeg

Storia di un impiegato è certo l’album più politico di De André. Realizzato sulla scia del Sessantotto è attuale ancora oggi, come evidenzia lo stesso Cristiano.

Pensato e scritto per la maggior parte nella casa di Portobello di Gallura dove Fabrizio con la prima moglie Puny e il figlio ancora bambino amava trascorrere lunghi periodi, diventa l’occasione per quest’ultimo di riallacciare i fili della memoria, raccontando il suo legame esclusivo con il padre.

«Voi non avete fermato il vento. Gli avete fatto solo perdere tempo». Con queste parole si rivolgeva Fabrizio verso quel Potere contro il quale il protagonista di Storia di un impiegato si scaglia. Ed è con questa frase che Cristiano inizia a ricordare il rapporto che li univa, svelando memorie mai confessate che regalano allo spettatore un ritratto esclusivo e affascinante.

 

Un figlio che ha dovuto addossare su di sé la pesante eredità umana e artistica del padre, personaggio celebre e complesso al quale era legato da un comune sentire e dagli stessi ideali.

Il documentario di Roberta Lena, attraverso filmati di repertorio e molto materiale inedito - fra l’altro compaiono anche Dori Ghezzi e Filippo De André, il figlio di Cristiano - permette di scoprire degli aspetti della vita del grande cantautore sino a ora rimasti vivi solo nella memoria del figlio e mai portati alla luce.

de-andré-storia-impiegato-4.png

Non mancano, nel documentario, gli inserti musicali: la voce di Fabrizio e, ovviamente, i momenti salienti del tour, fra cui una splendida versione di Verranno a chiederti del nostro amore, struggente e profondo pezzo la cui genesi viene raccontata da Cristiano in uno dei momenti più toccanti del film.

 

Un film da vedere per comprendere ancora più a fondo il pensiero politico di un intellettuale dei nostri tempi. Un album da riascoltare per capire quale è stato il percorso politico di Fabrizio De André che da borghese qual era divenne anarchico e poi, con un lungo e complesso lavoro, da individualista a collettivista.

de-andré-storia-impiegato-6.png

I brani del concerto di Cristiano De Andrè fanno così da collante in un ideale viaggio che da quella casa a picco sul mare di Sardegna, così cara a Fabrizio, portano lo spettatore a rivivere il famoso concerto del 1998 al Teatro Brancaccio di Roma nell’ultima tournée di Faber prima che il tumore lo portasse via e nella quale padre e figlio cantavano e suonavano insieme. Passando per le emozioni e i ricordi di un figlio che oggi, alla stessa età che aveva il padre il giorno in cui morì, dimostra come il legame che li univa sia tutt’ora saldo e indissolubile.


de-andré-storia-impiegato.jpeg

Genere: documentario

Paese, anno: Italia, 2021

Regia: Roberta Lena

Produzione: Intersuoni, Nuvole Production, Nexo Digital

Distribuzione: Nexo Digital

Data di uscita: 25 ottobre 2021

Durata: 94'


facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

pngwing.com11
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder