facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Sisnero
Sisbianco
Sisbianco

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

MuciaraFestival-Bannerstretto

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Lupin, la recensione della prima stagione (2021): su Netflix, Omar Sy è un ladro gentiluomo

25/06/2021 19:19

Rossella Romano

Recensione Serie TV, Netflix Original, lupin, Serie Tv Crime, Serie Tv Francia, Serie Tv Commedia, Omar Sy,

Lupin, la recensione della prima stagione (2021): su Netflix, Omar Sy è un ladro gentiluomo

Lupin è la serie francese su Netflix ispirata ai romanzi dedicati al ladro gentiluomo creato da Maurice Leblanc

Lupin è la serie francese su Netflix ispirata ai romanzi dedicati al ladro gentiluomo creato da Maurice Leblanc

L’omaggio francese ad Arsenio Lupin, già protagonista della serie cult anni ’80 in versione anime, è un connubio serrato tra poliziesco, heist movie e dramma familiare, all’interno del quale si muove la figura di Assane Diop (Omar Sy), in uno show creato dallo sceneggiatore della serie tv Criminal, George Kay, e da François Uzan.

Di che cosa parla Lupin, la serie Netflix

Lupin non è la storia del furfante più famoso di sempre, ma la vicenda personale (e universale) di Assane, un ladro di origini senegalesi, che dirige in maniera selettiva e maniacale il suo desiderio di vendetta attraverso un piano elaborato e, a volte, improvvisato. 

Dietro il ladro gentiluomo si cela un uomo, un figlio, pronto a incarnare i panni di chiunque e, in questo caso di Lupin, per vendicare la morte inspiegabile di suo padre ingiustamente incastrato da una delle famiglie più facoltose di Parigi, i Pellegrini.

lupinrecensioenserie6-1624641176.jpg

La prima stagione è divisa in due parti: la prima arrivata su Netflix l’8 gennaio 2021, la seconda l’11 giugno. Nonostante l’interruzione, non è così percepibile lo stacco da una all’altra visti i continui flashback e il ritmo che non cala mai per intensità e velocità. 

Omar Sy, un Lupin contemporaneo a Parigi

Lo sfondo parigino si muove veloce e repentino insieme alla storia: mentre attraversiamo luoghi e paesaggi alla ricerca di giustizia, ci imbattiamo anche in dinamiche sociali e culturali che inevitabilmente ci portano a pensare e meditare a una vendetta più universale, quella personale di ognuno di noi. 

Assane ci fa vivere e ri-vivere le dinamiche familiari che l’hanno portato a intraprendere la strada della giustizia: un padre che fa i conti con la disuguaglianza in una Parigi multiculturale dove l’essere invisibili è la condizione ideale per farsi carico di tutti i pregiudizi e gli stereotipi utili ai traffici di una classe troppo borghese e falsamente rispettosa delle differenze. 

 

Colori, immagini e fotografia portano con sé il fascino di una Parigi poliedrica. Si percorrono i boulevard per visitare musei, biblioteche e case in stile parigino ma anche gli appartamenti degli arrondissement periferici. 

lupinrecensioenserie5-1624641204.jpg

Lupin: buoni contro cattivi

Lungo la storia si formano, naturalmente, delle fazioni. I buoni sono gli amici di Assane - Benjamin, in primis - e la sua famiglia; i goffi cattivi e ridicoli appartengono alla famiglia Pellegrini oppure sono stati corrotti dal denaro e dal potere. 

Tra i poliziotti resta solo il personaggio di Guedira, sensibile al fascino di Lupin, a ricordare figure comiche e, quasi, complici come quella dell’ispettore Zenigata nella serie anime anni '80. 

lupinrecensioenserie4-1624641227.jpeg

In questa corsa contro il tempo, verso una giustizia mai completa, ognuno può scegliere di diventare il buono che preferisce. Mentre il vero eroe della storia fugge e sfugge a chiunque e trascina con sé la voglia di rivincita, con tutti i compromessi che ne derivano. Forse la sua fuga non finirà mai, come non smetterà mai di scorrere il desiderio di giustizia che travolge ogni personaggio, ricordandoci che contro ogni Pellegrini ci sarà sempre un Lupin.


facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

Drive-in

Supporta SilenzioinSala.com

Il sito nasce dalla nostra passione smisurata per il cinema e dal lavoro duro della nostra redazione, di chi scrive, di chi edita gli articoli, di chi segue la parte tecnica, il canale YouTube, i social e tutti i contenuti che Silenzioinsala.com produce (da anni e anni e anni).

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder