facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Sisnero
Sisbianco
Sisbianco

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

MuciaraFestival-Bannerstretto

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Prima di Lynch e Villeneuve: la storia del Dune di Alejandro Jodorowsky

24/06/2021 13:51

Samantha Ruboni

Approfondimento Film, Di Tendenza, Film Fantascienza, Film Documentario, Denis Villeneuve, David Lynch, Dune, Wanted Cinema, Alejandro Jodorowsky , Frank Pavich,

Prima di Lynch e Villeneuve: la storia del Dune di Alejandro Jodorowsky

David Lynch non è stato il solo a tentare di portare sul grande schermo la complicata vicenda di Dune: il primo a cimentarsi è stato Alejandro Jodorowsky

David Lynch non è stato il solo a tentare di portare sul grande schermo la complicata vicenda di Dune: il primo a cimentarsi nell’impresa è stato Alejandro Jodorowsky a metà anni '70

L'impresa di portare Dune sullo schermo non è stata difficile solo per David Lynch e anni dopo, vista la difficoltà nel fare uscire in film in sala, per Denis Villeneuve. Ben prima di questi registi, a provarci è stato Alejandro Jodorowsky a metà anni '70: ecco la storia del suo Dune, diventato poi oggetto del documentario di Frank Pavich, Jodorowsky's Dune.

La storia del Dune di Jodorowsky

Nel 1975, dopo il successo di El Topo e La Montagna Sacra, Alejandro Jodorowsky è il cineasta intellettuale più ricercato del mondo. Il suo obiettivo, allora, è realizzare un’opera visionaria con un registro a metà tra fantascienza e fantasy, riprendendo l’estetica e gli ideali della cultura psichedelica.

 

Jodorowosky racconta che l'ispirazione per realizzare il film su Dune gli è arrivata durante il sonno. Un sogno lucido, per la precisione, giunto nel bel mezzo della notte: d'un tratto, il regista ha sentito una voce dirgli: «Il tuo prossimo film deve essere Dune».

dunejodorowskystoria4-1624473065.png

La cosa buffa è che Dune Jodorowsky non l'aveva nemmeno letto. L'indomani mattina si reca in libreria, prima dell'orario di apertura, e resta in attesa come - sono le sue stesse parole -  «un alcolizzato che aspetta che aprano i bar». Jodorowsky legge il capolavoro di Frank Herbert in un'intera giornata, senza fermarsi nè per bere nè per mangiare. A mezzanotte in punto finisce la lettura e telefona subito a Michel Seydoux, a Parigi, il suo primo «samurai», come lo definisce lo stesso regista.

Quello che Jodorowsky vuole realizzare è il film più importante della storia del cinema, traendo spunto dai romanzi della saga di Frank Herbert: il suo Dune doveva essere un film rivoluzionario in grado di cambiare la mentalità delle giovani generazioni.

dunejodorowskystoria5-1624473156.jpeg

Nel progetto coinvolge molti artisti, tra cui Salvador Dalì per il ruolo dell’imperatore, Orson Welles come barone Harkonnen, Mick Jagger nel ruolo di Piter de Vries e molti altri. Le musiche del Dune di Jodorowski sarebbero state dei Pink Floyd.

 

Al film avrebbe collaborato come visual HR Giger, inventore dell’estetica dello Xenomorfo, la creatura protagonista di Alien, che gli è successivamente valsa l'Oscar ai migliori effetti speciali nel 1980. Inoltre sono in squadra nomi come Dan O'Bannon, che sarebbe diventato lo sceneggiatore di cult sci-fi come Alien e Total RecallJean "Moebius" Giraud, famoso fumettista, che nel cinema creerà il mondo di L'Impero Colpisce Ancora, Tron e Il Quinto Elemento; Chris Foss, illustratore per Alien e Superman


Parliamo di Dune nel primo episodio di Le Parti Noiose Tagliate, il podcast di Silenzioinsala.com che racconta storie di cinema.

Puoi ascoltarlo anche su Spotify.


Ma le case di produzione vedono il progetto di Jodorowsky come un investimento troppo rischioso: si parla di un budget che, approssimato per difetto, si aggirava intorno ai 20 milioni di dollari dell’epoca. Per avere un paragone, l'Episodio IV di Star Wars, girato quattro anni più tardi, costerà 11 milioni, mentre Waterloo - il film più costoso degli anni ’70 - 35 milioni (e, infatti l'ambiziosa produzione collasserà dopo 2 anni).

Il Dune di Jodorowsky non viene portato avanti. Deluso, il regista decide di chiamare il fumettista Moebius e insieme realizzano la sua visione del mondo di Dune a fumetti: L’Incàl. Questa serie di fumetti parla di John Difool, uno strano detective privato che deve muoversi in un mondo distopico molto simile a quello di Dune, tra aristos, mutanti e misteriosi oggetti con strani poteri. 

A inizio anni Duemila il regista Nicholas Winding Refn ha incontrato Jodorowsky che gli ha mostrato tutto il materiale su cui stava lavorando all’epoca. Refn ha dichiarato che il film «avrebbe potuto cambiare per sempre, con quattro anni di anticipo su Star Wars, il modo in cui pensiamo la fantascienza al cinema». 

 

Anche Jodorowsky la pensa così e ritiene che il suo Dune sia stato oggetto di un boicottaggio da parte di Hollywood. In effetti, negli anni a venire, la Fabbrica dei Sogni si affiderà proprio al gruppo creativo messo in piedi da lui per realizzare grandi capolavori della fantascienza come Alien e Star Wars. 

Se siete curiosi delle vicissitudini che stanno dietro al Dune di Jodorowsky, nel 2013 è uscito il documentario Jodorowsky’s Dune di Frank Pavich che parla dei retroscena del film mai realizzato. 

Il documentario Jodorowsky’s Dune 

Jodorowsky’s Dune documenta le peripezie e i retroscena di questo ambizioso progetto cinematografico fantascientifico tramite il racconto e i ricordi dello stesso Jodorowsky e l'animazione dei disegni preparatori originali del film realizzati del gruppo artistico che coinvolgeva Moebius, Dan O'Bannon, HR Giger e Chris Foss. 

 

Anche se il film non ha mai visto la luce, la sua estetica si è fissata nell'immaginario di numerosi cineasti che sono seguiti: da ultimo, lo Jodorowsky’s Dune è tra le ispirazioni dichiarate del regista candese Denis Villeneuve per la sua versione di Dune, che verrà presentata Fuori Concorso alla 78a Mostra del Cinema di Venezia.

dunejodorowskystoria3-1624473048.jpeg

Jodorowsky's Dune di Frank Pavich arriva nei cinema italiani il 26 agosto distribuito da Valmyn in collaborazione con Wanted Cinema. Verrà presentato in anteprima nazionale alle Notti Bianche del Cinema del 2 e 3 luglio a Roma al Farnese Arthouse. 


facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

Drive-in

Supporta SilenzioinSala.com

Il sito nasce dalla nostra passione smisurata per il cinema e dal lavoro duro della nostra redazione, di chi scrive, di chi edita gli articoli, di chi segue la parte tecnica, il canale YouTube, i social e tutti i contenuti che Silenzioinsala.com produce (da anni e anni e anni).

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder