facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Sisbianco
Piano9logobianco
Piano9logobianco
Sisnero

CONTATTI

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

SILENZIOINSALA.COM – Più che spettatori
un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

The New Mutants: la recensione del film con Maisie Williams e Charlie Heaton

09/09/2020 17:46

Marco Filipazzi

Recensione Film, Azione, Horror, x-men, disney,

The New Mutants: la recensione del film con Maisie Williams e Charlie Heaton

The New Mutants vorrebbe prendere la distanza dai cinecomics ma, alla fine, finisce per essere un cinecomic puro

Nel 2017, sulla scia del successo di Deadpool e Logan (entrambi vietati ai minori, apprezzati da critica e pubblico al punto che il secondo si aggiudicò persino una nomination agli Oscar) la 20th Century Fox aveva dimostrato e si era resa conto che era possibile trattare certi personaggi con un tono non necessariamente "da bambini", alzando il tasso d'irriverenza, violenza e crepuscolarità. I prodotti ottenuti erano ben lontani dallo standard Marvel. The New Mutants è nato sotto questa stella: l'intenzione era quella di fare un cinecomics dark, che trattasse tematiche importanti e spinose e che avesse un tono molto horror. Girato nell'estate 2017, con una release fissata ad aprile 2018, da subito si è iniziato a parlare di re-shoot: prima, per poter inserire un altro personaggio; poi, per aggiungere più horror e violenza al film. 

 

Queste riprese aggiuntive non sono mai partite e l'acquisizione della Fox da parte di Disney ha segnato una nuova battuta d'arresto (oltre che ulteriori rinvii). Morale della favola: il film è il primo cinecomics ad arrivare in sala post-pandemia, nel cut originale voluto dal regista Josh Boone (che lo ha anche adattato); perciò dietro non c'è nessuna casa di produzione tiranna, nessuno stravolgimento dell'ultimo momento, nessun movimento #releasetheboonecut. La questione si riduce solo alla domanda: è valsa la pena aspettare tre anni per vedere questo film? Ehm... no. Ma facciamo un passo indietro, perché sulla carta il film poteva anche funzionare.

54430hd-1599659417.jpg

Il fumetto Nuovi Mutanti nasce negli anni '80 come spin-off degli X-Men.

 

I protagonisti sono un pugno di adolescenti provenienti da diversi paesi e non ancora del tutto padroni dei loro poteri. Uno spunto non originalissimo, forse, però la formula adolescenti + superpoteri (alla base già dell'X-Men di Bryan Singer) + horror avrebbe potuto risultare vincente. Aggiungete un cast di giovani stelle in ascesa (Maisie Williams da Il Trono di Spade, Charlie Heaton da Stranger Things, Anya Taylor-Joy da The Witch), il budget ridotto e una discreta libertà produttiva, data la volontà di realizzare qualcosa di diverso. Letteralmente ci sono 6 personaggi e una location (un manicomio abbandonato appena fuori Boston, lo stesso dove Martin Scorsese ha girato il suo Shutter Island) che unito al budget limitato (si parla comunque di 70 milioni di dollari, ma per gli americani sono pochi!) facevano ben sperare. In più The New Mutants ha una durata da teen-horror anni '80: 94 minuti secchi.

the-new-mutants-wallpaper-1599659399.jpg

Cinque giovani mutanti, incapaci di padroneggiare i loro poteri, sono rinchiusi a tempo indefinito in una struttura di contenimento dove viene insegnato loro a gestirli. A vegliare su di loro vi è una misteriosa dottoressa/custode che non fa altro che gettar loro fumo negli occhi, al punto che arriveranno a chiedersi quanto quella struttura li stia davvero riabilitando. Forse sono progionieri o forse cavie di qualche esperimento.

In The New Mutants c'è un po' di Breakfast Club, un po' di Nightmare 3 - I guerrieri del sogno e persino un po' di It: ma gli ingredienti sono amalgamati male e il risultato è insipido e pasticciato. Vorrebbe avere lo spirito scanzonato e spaventoso di Buffy (citato a più riprese) ma non lo sfiora nemmeno. Vorrebbe puntare sull'horror (il personaggio che rimane più impresso è lo Smiling Man, davvero inquietante. In originale a doppiarlo è sua oscurità Marilyn Manson!) ma è costantemente frenato dal taglio PG13. Vorrebbe essere sopra le righe e invece c'è solo un bacio saffico tra due protagoniste (che appare anche un po' pretestuoso).

 

The New Mutants vorrebbe prendere la distanza dai cinecomics, ma il finale è cinecomics puro.

E, per giunta, con una CGI non proprio bellissima. Insomma, tra X-Men: Apocalypse, Dark Phoenix e questo, il franchise dei mutanti in casa Fox non è finito proprio in bellezza. Anzi. Per chi scrive il miglior epilogo possibile resta Giorni di un futuro passato, seguito dal crepuscolare epitaffio di Logan. Il resto sono solo occasioni sprecate.

54430-1599665802.jpg

Genere: azione, horror

Titolo originale: The New Mutants

Paese/Anno: USA, 2020

Regia: Josh Boone

Sceneggiatura: Josh Boone

Fotografia: Peter Deming

Montaggio: Robb Sullivan

Interpreti: Maisie Williams, Anya Taylor-Joy, Charlie Heaton, Alice Braga, Henry Zaga, Blu Hunt, Happy Anderson, Mickey Gilmore, Colbi Gannett, Max Schochet, Thomas Kee

Produzione: Marvel Entertainment, 20th Century Fox 

Distribuzione: Walt Disney Pictures Italia / 20th Century Fox

Durata: 100'

Data di uscita: 02/09/2020


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

zhifei-zhou-XO4A1pWBEbE-unsplash

Supporta Silenzio in Sala

Il sito nasce dalla nostra passione smisurata per il cinema e dal lavoro duro della nostra redazione, di chi scrive, di chi edita gli articoli, di chi segue la parte tecnica, il canale YouTube, i social e tutti i contenuti che Silenzioinsala.com produce (da anni e anni e anni).

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder