facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Sisbianco
Piano9logobianco
Piano9logobianco
Sisnero

CONTATTI

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

SILENZIOINSALA.COM – Più che spettatori
un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

Premi David di Donatello, l'edizione del Cambiamento

12/14/2018 18:36

Emanuela Di Matteo

Festival, David Di Donatello,

Piera Detassis, Presidente e Direttore Artistico: «Il cinema vota il cinema, guardando al futuro»

L'Accademia del Cinema Italiano, che rappresenta e premia la Settima Arte col riconoscimento più prestigioso, è giunta a un punto di svolta. La 64ma edizione dei Premi bDavid di Donatello/b, che si terrà a marzo, sarà infatti l'edizione del cambiamento. Il Presidente e Direttore Artistico, bPiera Detassis/b, e il Consiglio Direttivo dell'Accademia del Cinema Italiano, hanno stabilito una serie di importanti riforme del regolamento del premio.


L'intento è quello di non identificare più il il David con la data della premiazione, in questo caso il prossimo 27 marzo – quando la cerimonia andrà in diretta su Rai 1 –, ma che il David rappresenti il volano permanente, un mezzo di promozione e trasmissione di un giacimento di professionalità e di eccellenze italiane.


img


Lo sforzo di razionalizzazione e di innovamento, frutto di un lungo lavoro, ha portato intanto a una nuova giuria, chiamata “Cultura e Società”, che ha letteralmente azzerato la preesistente, reintegrando soltanto i “Candidati e Vincitori” delle edizioni precedenti.


Questa riforma ha portato non poco scompiglio, soprattutto per l'esclusione di registi e professionisti del cinema che, in quanto potenzialmente candidabili ai premi, hanno visto cancellati in massa i propri nomi dalla nuova edizione. La nuova giuria sarà composta da categorie non candidabili, rappresentando al contempo, per la prima volta, categorie fondamentali alla diffusione della cultura cinematografica - ad esempio organizzazioni culturali, direttori di festival che lavorano anche all'estero... - nel desiderio di scattare una fotografia il più possibile precisa dell'esistente.


Cambia anche il sistema di voto, adeguato ai modelli proposti dai grandi riconoscimenti internazionali. La Giuria formata da “Candidati e Vincitori” esprimerà l'80% dei voti, “Cultura e Società” invece il 20%.


img


Ci sono nuove regole di ammissione dei film che concorreranno all'assegnazione del premio. Anche questo è stato un punto che ha dato adito a parecchie discussioni. Modificato l'articolo 2 del regolamento come segue: «Concorrono ai premi David 2019 tutti i film di finzione italiani e stranieri usciti in Italia nel periodo 1 gennaio 2018 – 31 dicembre 2018, nella sale cinematografiche di almeno 5 città, con una tenitura minima di 7 giorni».


Ma è importante sottolineare che, a partire dal 2020, dopo la pubblicazione del nuovo decreto, la tenitura minima sarà ridotta a 3 giorni, in caso di film programmati a carattere di evento, in giorni diversi da quelli festivi ed escluso il weekend. Naturalmente si parla sempre ed esclusivamente di film, fatti e finiti e non (non ancora...) di serie tv, anche se in programmazione nelle sale.


Nasce un nuovo David: il bDavid dello Spettatore/b. Si tratta di un premio che andrà al film, uscito entro il 31 dicembre, che avrà totalizzato il maggior numero di spettatori e presenza calcolate entro la fine di febbraio. In precedenza esisteva il Premio per il Film Straniero e quello per il film della Comunità Europea, adesso invece ci sarà un unico premio: il David al Miglior Film Straniero, il che dovrebbe facilitare la presenza del cast alla cerimonia.


img


Ed ecco un'altra grande novità: per la prima volta i film in concorso saranno visionati non sono nella sale ma tramite una piattaforma David di Donatello dedicata alle scuole partecipanti. Parliamo del bPremio David Giovani/b, destinato al Miglior Film Italiano scelto e votato da una giuria di 3.000 studenti italiani delle suole secondarie di II grado.


Diminuisce notevolmente il numero dei documentari - 5 - che verranno presentati per concorrere al Premio Miglior Documentario, grazie alla preselezione effettuata da una commissione di 7 esperti, in carica per 2 anni.


La presidentessa, Piera Detassis, si è personalmente impegnata anche a migliorare l'equilibrio di genere, cercando di equilibrare il numero di uomini e di donne in modo che la presenza maschile non fosse troppo preponderante e ci è riuscita in parte, laddove possibile.


E pensare che forse tutto ebbe inizio quando i comici ed attori Ficarra e Picone, autori del film di maggiore incasso del 2017 L'Ora Legale, disertarono il Festival in segno di protesta, contrari al sistema di votazione, e scrissero un comunicato in cui dicevano di augurarsi che il nuovo direttore dell’Accademia rivedesse il regolamento. Così è stato.


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

zhifei-zhou-XO4A1pWBEbE-unsplash

Supporta Silenzio in Sala

Il sito nasce dalla nostra passione smisurata per il cinema e dal lavoro duro della nostra redazione, di chi scrive, di chi edita gli articoli, di chi segue la parte tecnica, il canale YouTube, i social e tutti i contenuti che Silenzioinsala.com produce (da anni e anni e anni).

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder