facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Sisbianco
Piano9logobianco
Piano9logobianco
Sisnero

CONTATTI

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

SILENZIOINSALA.COM – Più che spettatori
un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

L'ultimo volo

27/06/2010 10:00

Laura Guglielmo

Recensione Film,

L'ultimo volo

Chi ama il documentario non può perdere L’ultimo volo, opera dello stesso autore di Sesto continente, L'ultimo Paradiso, Oceano e Fratello Mare...

9291-.jpeg

Chi ama il documentario non può perdere L’ultimo volo, opera dello stesso autore di Sesto continente, L'ultimo Paradiso, Oceano e Fratello Mare. Folco Quilici, documentarista e giornalista sempre attento alle tematiche ambientali, stavolta abbandona il mondo subacqueo per scavare nelle intricate trame di una storia che si colloca tra terra e cielo, tra cronaca e politica, tra menzogna e verità.


Successivamente all’entrata in guerra nel secondo conflitto mondiale dell’Italia, Italo Balbo, nominato Governatore della Libia da Mussolini, perde la vita a Tobruk il 28 giugno 1940. Il suo aereo non sarà abbattuto dal fuoco nemico inglese ma da un nostro sommergibile. Quella notte Balbo era diretto, probabilmente, sul luogo di un incontro segreto al limite del confine libico con l’Egitto. Una delle pagine più dolorose della nostra memoria collettiva, quella del regime e della Seconda Guerra Mondiale, torna a tingersi di giallo nelle mani sicure di uno dei più illustri documentaristi italiani che, per la prima volta, affronta un frangente di storia nazionale e di dramma personale: Nello Quilici, padre del regista, perse la vita quella notte insieme a Italo Balbo. Un ultimo volo che ha segnato non solo l’evolversi degli equilibri internazionali ma anche quelli privati dello stesso autore. Quilici all’età di settanta anni ha avuto il coraggio di misurarsi di nuovo non solo con la longeva passione documentaristica ma anche con una sua profonda ferita che lo accompagna ancora oggi.


Il documentario, realizzato per la tv in occasione del 70esimo anniversario della morte dell’aviatore, è andato in onda per la prima volta lunedì 28 giugno 2010 su Rete4 alle 23.15. In quasi un’ora di documentario Quilici, mescolando i Cinegiornali Luce alla grafica, crea immagini evocative, pregne di suggestioni estetiche. L’esempio di un fascista che ha saputo distinguersi e distanziarsi dalla follia delle leggi razziali e dell’alleanza con Hitler, facendosi promotore di integrazione e cooperazione, sfruttando quell’allontanamento forzato in Libia, Balbo riuscì a sviluppare al meglio le potenzialità del Paese africano divenendo un punto di riferimento per tutti coloro che guardavano con sdegno ai regimi nazionalsocialisti europei. Questo il ritratto di Balbo delineato da Quilici che, almeno nelle intenzioni, non voleva essere un encomio tardivo dell’eroe italico, ma una testimonianza critica, a settanta anni dalla sua morte, delle tappe che lo spinsero ad addentrarsi in un volo notturno verso il fronte nemico. Un incontro con i giovani militari che di lì a poco avrebbero liberato l’Egitto dal dominio inglese e con le altre forze anti-tedesche? Molte sono le ipotesi ma unica, secondo il regista, è la certezza: se quell’incontro si fosse realizzato sarebbero cambiate le sorti dell’assetto mondiale. Quilici si sofferma soprattutto su questo aspetto e meno sulle varie piste di un complotto mussoliniano e tedesco per far fuori quella figura che aveva sempre adombrato la fama del Duce. La cura delle immagini, il sapiente utilizzo del materiale di repertorio e la bellezza del documentario sono all’altezza di una firma che è ormai una garanzia, meno inattaccabile è l’oggettività documentaristica che, inevitabilmente, risente di un coinvolgimento in prima persona.


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

zhifei-zhou-XO4A1pWBEbE-unsplash

Supporta Silenzio in Sala

Il sito nasce dalla nostra passione smisurata per il cinema e dal lavoro duro della nostra redazione, di chi scrive, di chi edita gli articoli, di chi segue la parte tecnica, il canale YouTube, i social e tutti i contenuti che Silenzioinsala.com produce (da anni e anni e anni).

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder