facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Sisbianco
Piano9logobianco
Piano9logobianco
Sisnero

CONTATTI

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

SILENZIOINSALA.COM – Più che spettatori
un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

Precious

08/06/2010 10:00

Angelica Tosoni

Recensione Film,

Precious

Precious, una ragazza di 17 anni obesa, vive una situazione familiare dolorosa e difficile...

8971-.jpeg

Precious, una ragazza di 17 anni obesa, vive una situazione familiare dolorosa e difficile. Il padre abusa di lei e per la seconda volta rimane incinta dell’uomo che la madre afferma esserle stato rubato dalla figlia. Precious non sa leggere e non sa scrivere, ma eccelle in matematica ed è intelligente. Ha bisogno di una scuola speciale e su invito del dirigente scolastico - che nel frattempo scopre la sua maternità - inizia a frequentare un corso che l’aiuta a colmare le lacune nella propria istruzione. Ed è nella nuova scuola che Precious a poco a poco acquista coscienza di se stessa, conquista la propria indipendenza e riesce ad allontanarsi da una madre egoista, incapace di proteggerla e di amarla davvero. Capitale per la ragazza è l’incontro con la giovane insegnante, Miss Rain (Paula Patton) che le insegna a leggere e a scrivere, incitandola a tenere un diario.


Ci sono film che sono essenzialmente attore e personaggio: Precious di Lee Daniels, premio Oscar per la miglior sceneggiatura non originale e per la miglior attrice non protagonista (Mo’Nique nel ruolo della madre) è uno di questi. Il contesto sociale, la fabula, la colonna sonora, il linguaggio scurrile, la modalità di ripresa non schematica rendono Precious una pellicola interessante e destabilizzante, ma è indubbio che senza Gabourey Sidibe non ci sarebbe Claireece Precious Jones. La giovane attrice è il punto focale indiscusso: attiva una forza centrifuga che riesce ad attrarre l’intera platea; non dà scampo e costringe a seguire con emozione la sua vicenda. Lee Daniels sporca la pellicola con una fotografia metropolitana, spigolosa e sgranata. Non c’è spazio per morbide sfumature: la parabola di Precious è un percorso doloroso in cui il lieto fine assume tinte amare e dolenti. Quando il sistema scolastico e quello sociale in se stessi sono inadatti nel fornire soluzioni, la protagonista si abbandona alle fantasia per rendere meno dolorosa la realtà. La macchina da presa si sofferma sui dettagli e spesso sceglie i primi piani per raccontare la sua storia. Ispirata al romanzo Push della musicista e poetessa Sapphire, la pellicola riesce ad abbinare la ferocia dei bassifondi con la poesia della maternità anche nelle condizioni più riprovevoli.


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

zhifei-zhou-XO4A1pWBEbE-unsplash

Supporta Silenzio in Sala

Il sito nasce dalla nostra passione smisurata per il cinema e dal lavoro duro della nostra redazione, di chi scrive, di chi edita gli articoli, di chi segue la parte tecnica, il canale YouTube, i social e tutti i contenuti che Silenzioinsala.com produce (da anni e anni e anni).

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder