facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Sisbianco
Piano9logobianco
Piano9logobianco
Sisnero

CONTATTI

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

SILENZIOINSALA.COM – Più che spettatori
un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

Un piano perfetto

09/21/2013 10:00

Paolo Sammati

Recensione Film,

Un piano perfetto

Isabelle (Diane Krueger) è innamorata di Pierre (Robert Pagnol)...

23501-.jpeg

Isabelle (Diane Krueger) è innamorata di Pierre (Robert Pagnol). I due sono una coppia perfettamente in simbiosi che progetta il matrimonio. La famiglia di Isabelle, tuttavia, da anni pare perseguitata da una maledizione che porta al fallimento tutti i primi matrimoni: per non perdere il suo grande amore, Isabelle decide di sedurre uno sconosciuto per poi divorziare subito dopo, rendendo quindi la sua unione con Pierre il secondo matrimonio. Incontrerà Jean-Yves (Danny Boom), una guida turistica sopra le righe, che sarà costretta a seguire dall’Africa alla Russia.


La commedia romantica ha una struttura dalle maglie strette: repulsione, innamoramento, quel non detto che viene fuori e crea l’intoppo, scena dell’aeroporto con bacione schioccante e finalino che strappa un ultimo sorriso: un unica formula spesso ugale a se stessa, ripetitiva e codificata. Realizzare una buona commedia romantica significa quindi essere in grado di eludere le regole, riuscire a trovare il proprio spazio di originalità e mantenere un ritmo veloce, travolgente magari, divertendo ed intrattenendo lo spettatore. Certo il fantasma dello scimmiottamento e sempre in agguato e Pascal Chamueil pare non emergere. La sua seconda prova da regista manca completamente di scatti creativi – i binari del plot sono infatti chiarissimi dopo un quarto d’ora di visione – e non risulta scorrevole, imbrigliata com’è all’interno di una cornice che frammenta eccessivamente la vicenda - l’intera storia è raccontata dalla sorella di Isabelle durante una cena di Natale.


Diane Kruger e Danny Boom tentano la carta della recitazione briosa ed ammiccante, ma le loro performance frizzantine non sono esaltate da gag memorabili e i loro personaggi appaiono il più delle volte come macchiette di cui si perdono le coordinate motivazionali. C’è una tendenza esotica che va certamente menzionata, questo gusto per le storie itineranti che porta i protagonisti di Un Piano Perfetto a vivere le proprie avventure sugli sfondi del Madagascar e di Mosca, incarnando tutti i cliché del caso e condendoli con una discreta dose di etnocentrismo. Avesse avuto la carta copiativa, Pascal Chaumeil sarebbe perlomeno riuscito a bissare il successo del suo Il Truffacuori, meritandosi nulla più che un già visto. Invece riesce a piazzarsi addirittura al di sotto di quella soglia, regalando allo spettatore qualche risolino sparuto nella nebbia dell’apatia.


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

zhifei-zhou-XO4A1pWBEbE-unsplash

Supporta Silenzio in Sala

Il sito nasce dalla nostra passione smisurata per il cinema e dal lavoro duro della nostra redazione, di chi scrive, di chi edita gli articoli, di chi segue la parte tecnica, il canale YouTube, i social e tutti i contenuti che Silenzioinsala.com produce (da anni e anni e anni).

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder