facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Sisbianco
Sisnero

MENU

​CONTATTI

NEWS

Piano9logobianco
Piano9logobianco

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

CONTENUTI IN EVIDENZA

SILENZIOINSALA.COM – Più che spettatori
un progetto di Piano9 Produzioni

Tom Wilkinson: chi è il protagonista della commedia Morto tra una settimana

2018-11-21 12:05

Marco Filipazzi

Articoli, Approfondimento,

Da Full Monty a Morto tra una settimana: la carriera di Tom Wilkinson in pillole

Tom Wilkinson è il tipico attore che, quando il suo viso compare sullo schermo, ci si trova ad chiedersi: «Ma quello dove l’ho già visto? ». Inglese, classe 1948, dopo aver studiato recitazione in una delle più prestigiose scuole drammaturghe del mondo, la Royal Academy of Dramatic Art di Londra, inizia a recitare in opere teatrali.


Nel 1976 debutta sul grande schermo nel film polacco The shadow line, tratto dall’omonimo romanzo breve di Joseph Conrad; da quel momento in poi la sua carriera procede alternando ruoli tra cinema e teatro.


img


La consacrazione però avviene solo nel 1997, quando Tom prende parte al film-fenomeno Full Monty, per il quale si aggiudica anche un BAFTA, l’equivalente inglese degli Oscar. Da quel momento in poi Tom Wilkinson diventa un caratterista in piena regola, prestandosi soprattutto a piccoli ruoli nelle più svariate produzioni hollywoodiane e non.


Da Carmine Falcone in Batman Begins a Eternal Sunshine of the Spotless Mind, dal prete di The Exorcism of Emily Rose a una comparsata in Mission: Impossible - Ghost Protocol, rastrellando persino due nomination all’Oscar per In the bedroom (miglior attore protagonista) e Michael Clayton (miglior attore non-protagonista).


img


A fine novembre Wilkinson arriva sugli schermi con la dark-comedy Morto tra una settimana (o ti ridiamo i soldi), film inglese in cui divide la scena con il giovane Aneurin Barnard, recente protagonista del Dunkirk di Christopher Nolan.


Il film non eccelle come costruzione della storia (la trama è facilmente intuibile già dopo i primi 20 minuti di film), ma riesce ad affascinare per la costruzione del mondo criminale che mette in scena. E Tom Wilkinson contribuisce alla grande in questo.


Il suo personaggio lavora per una specie di agenzia segreta che uccide persone su commissione; un tempo era il migliore nel suo lavoro, ma con il passare degli anni i suoi metodi si sono fatti antiquati e i suoi “numeri” sono stati di gran lunga sorpassati dalle nuove reclute.


A tutti gli effetti l’interpretazione del settantenne attore resta il solo motivo per cui il film merita di essere visto. Quello messo in scena da Wilkinson è il ritratto di un uomo morbosamente ancorato al proprio lavoro, che non riesce ad ammettere con se stesso che è giunto il momento di passare il testimone e trascorrere il tempo che gli rimane godendosi la pensione e la compagnia di sua moglie.


img


Il rapporto tra il personaggio di Tom Wilkinson e quello di Aneurin Barnard è al centro di alcune delle scene più divertenti del film, soprattutto grazie al contrasto netto con la più tipica periferia inglese, in cui è ambientato Morto tra una settimana (o ti ridiamo i soldi). Ennesima prova che, nonostante abbia partecipato a produzioni di gran lunga migliori, Tom Wilkinson resta comunque una garanzia.


www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
zhifei-zhou-XO4A1pWBEbE-unsplash

Supporta Silenzio in Sala

Quickly engage integrated total linkage whereas backward-compatible methodologies.

Efficiently synergize state of the art interfaces vis-a-vis value-added services. 

Create Website | Free and Easy Website Builder