​CONTATTI


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Sisbianco
Sisnero

CONTATTI

Piano9logobianco
Piano9logobianco

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

SILENZIOINSALA.COM – Più che spettatori
un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

Sonic - Il film

2020-02-13 11:00

Roberto Semprebene

Recensioni Film,

Sonic - Il film

Sonic arriva in sala, per i bambini e per chi era bambino negli anni Novanta

54831-.jpeg

Nel 1991 un riccio blu, stiloso e velocissimo, comparve insieme al Mega Drive di Sega, rivoluzionando la storia dei videogiochi e alimentando quella competizione con Nintendo che rese appassionanti gli anni delle console a 16 bit. Da allora di acqua sotto i ponti ne è passata tanta, la famiglia videoludica di Sonic si è allargata con titoli di ogni natura e ormai il porcospino blu fa comunella con l’idraulico italiano in diversi titoli. Per quanto già protagonista di serie animate, Sonic non era mai stato oggetto di adattamenti cinematografici, men che meno a tecnica mista. Sfiorata la tragedia dopo il rilascio di un trailer in cui il porcospino blu non appariva proprio al meglio delle sue possibilità, Sonic - Il film arriva in sala, con un aspetto più aderente alla propria riconoscibile icona, pronto a intrattenere un pubblico variegato, composto in particolare da bambini ma con una serie di strizzatine d’occhio a chi bambino lo era negli anni ’90.


La storia del lungometraggio ci proietta direttamente nel vivo di uno scontro fra il nostro pungente eroe e la sua storica nemesi, il Dott. Ivo Robotnik, per gli amici “Eggman” (Jim Carrey), salvo procedere a un velocissimo rewind che riporta la narrazione sui binari di una più lineare fabula. Vediamo quindi come Sonic sia finito sulla Terra, come si sia adattato a vivere nei dintorni della cittadina di Green Hills, spiando la vita dei suoi abitanti e avendo come “amico inconsapevole” lo sceriffo della comunità, il buon Tom Wachowski (James Marsden). La vita di Sonic è tranquilla, ma estremamente solitaria. L’impossibilità di avere degli amici reali è frustrante per il giovane riccio, che in una sera di particolare demotivazione, scatena involontariamente un blackout nazionale, richiamando l’attenzione delle autorità, che si affidano per le indagini a Robotnik, tanto geniale quanto incapace di normali relazioni umane.


Sul piano della storia, quanto segue è piuttosto canonico, ma non per questo spiacevole, anzi. La presenza di buoni sentimenti e di gag non originalissime, ma divertenti, confinate nei limiti del politically correct, insieme a personaggi stereotipati e aderenti a una visione manichea del Bene e del Male, denunciano un target di riferimento piuttosto definito e inquadrabile nel contesto dell’infanzia. Detto questo, Sonic - Il film si presta a essere apprezzato anche dai genitori e, soprattutto, da tutti quelli che sapranno individuare l’impressionante quantità di rimandi e citazioni ai vari capitoli della saga videoludica: c’è davvero di tutto e niente è banale o maldestro, dal nome della cittadina al look di Robotnick; notevoli anche i titoli di coda che (un po’ come avveniva in Pixels) ripercorrono la storia del film con la grafica 16bit dei primi Sonic games, suscitando ondate di nostalgia.


Le peculiarità del personaggio principale sono sfruttate in modo efficace, sia in termini narrativi sia nella costruzione di sequenze cinematograficamente efficaci. Le tematiche dell’integrazione, del bisogno di relazioni dirette, della nostalgia, del perseguire i nostri sogni e cercare di migliorare sempre noi stessi e il mondo che ci circonda, rientrano in quella forma di retorica positiva di cui forse oggi abbiamo un po’ più bisogno, dopo averla screditata come banale per troppo tempo. Quanto meno, questo genere di messaggi non fanno alcun danno, soprattutto se rivolti ai più piccoli.


Come avvenuto in poche occasioni prima, e per lo più in produzioni che parlavano di videogiochi senza esserne propriamente tratte, Sonic - Il film sceglie di costruire una storia che funzioni di per sé, inserendovi come protagonista la celebre mascotte SEGA e adattando le caratteristiche sue e di alcuni aspetti dei giochi a una storia che ha una sua autonomia ed efficacia. Il risultato è un prodotto rispettoso della materia da cui ha origine, senza i sacrifici, le forzature e le aberrazioni che hanno contraddistinto precedenti tentativi di adattamento di celebri saghe, su tutte Super Mario e Street Fighter. Un potenziale, devastante passo falso ha quindi portato a uno dei migliori risultati possibili. E se il botteghino premierà l’operazione, sul finire del film c’è un indizio su come la storia potrebbe proseguire in un auspicato secondo capitolo.


www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
zhifei-zhou-XO4A1pWBEbE-unsplash

Supporta Silenzio in Sala

Quickly engage integrated total linkage whereas backward-compatible methodologies.

Efficiently synergize state of the art interfaces vis-a-vis value-added services. 

Create Website | Free and Easy Website Builder