​CONTATTI


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Sisbianco
image
Sisnero

CONTATTI

Piano9logobianco
Piano9logobianco

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

SILENZIOINSALA.COM – Più che spettatori
un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

Mercy

2017-06-01 10:00

Maurizio Encari

Recensioni Film,

Mercy

Quattro fratelli e una madre morente in un mediocre home invasion

42581-.jpeg

Due fratelli fanno ritorno alla casa della madre, in fin di vita. Al capezzale della donna trovano anche i due fratellastri. La rimpatriata si trasforma però ben presto in tragedia quando, dopo il ritrovamento di un borsone teoricamente contenente le sostanze per porre fine alle sofferenze della morente, i figli si trovano costretti ad affrontare degli uomini mascherati che, fatta irruzione nella dimora, sembrano avere degli interessi legati al possibile decesso della degente.


Quando un home invasion si ammanta di supposti etici rischia di farla spesso fuori dal vaso. È questo il caso di Mercy, thriller a basso budget che prova a indagare senza troppa convinzione nelle dinamiche familiari di un nucleo sin da subito diviso ideologicamente e caratterialmente. Ne esce fuori una storyline spesso confusa e inverosimile che, lambendo tematiche quali l'eutanasia e l'accanimento terapeutico, non sa che strada seguire. I logoranti novanta minuti di visione sono costantemente strutturati su una tensione forzata e prevedibile, sia nei sussulti emotivi inerenti il nucleo di personaggi principali che nelle sequenze più prettamente di genere, imbastite su facili soluzioni adoperanti gli spazi logistici della dimora assediata. Un film che punta tutta sul presunto mcguffin, salvo rivelarlo quale un espediente ai limiti dell'assurdo, elemento finale di una narrazione confusa in cui figure teoricamente chiave scompaiono come nulla fosse nella più totale indifferenza altrui. Anche i momenti sulla carta più topici, con l'assedio di individui mascherati all'interno della più classica delle villette americane, non sono capaci di suscitare il minimo sussulto tensivo in una progressione degli eventi procedente stancamente per inerzia, non di certo aiutata da interpretazioni ben al di sotto del minimo sindacale. La cosa peggiore è che il film, si sia d'accordo o meno, è intransigente nel porre la propria idea senza sfumare minimamente le varie parti in causa, lasciando inesplorato sia il rapporto tra fratelli che la tematica criminale accennata nel prologo: il tutto per dar vita ad una massa confusa di eticismo a buon mercato. Mercy è una produzione originale Netflix.


www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
zhifei-zhou-XO4A1pWBEbE-unsplash

Supporta Silenzio in Sala

Quickly engage integrated total linkage whereas backward-compatible methodologies.

Efficiently synergize state of the art interfaces vis-a-vis value-added services. 

Create Website | Free and Easy Website Builder