​CONTATTI


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Sisbianco
Sisnero

CONTATTI

Piano9logobianco
Piano9logobianco

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

SILENZIOINSALA.COM – Più che spettatori
un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

Gli ultimi saranno ultimi

2015-11-09 11:00

Riccardo Cotumaccio

Recensioni Film,

Gli ultimi saranno ultimi

Luciana (Paola Cortellesi) vive ad Anguillara, in provincia di Roma...

33481-.jpeg

Luciana (Paola Cortellesi) vive ad Anguillara, in provincia di Roma. Ogni mattina si alza senza entusiasmo per lavorare in un'azienda che produce parrucche, poco fuori il centro abitato. Suo marito (Alessandro Gassmann) la ama ma, per via del suo carattere '"fanciullesco", rinuncia a stare sotto padrone e vive di scommesse che perde quasi sempre. Quando Luciana resta incinta sul posto di lavoro iniziano i problemi, che portano inevitabilmente al caos tra lei e il compagno. Al centro di questo disordine si colloca Antonio (Fabrizio Bentivoglio), un poliziotto giunto in paese portando con sé bagagli oscuri.


Gli ultimi saranno ultimi è il quarto film di Massimiliano Bruno, alle prese - per la prima volta - con una commedia dalle sfumature drammatiche. Le storie di Luciana, Stefano e Antonio si intrecciano parzialmente e solo in chiusura d'opera le loro vicende arrivano a scontrarsi in maniera violenta. I tre personaggi, profondamente diversi tra loro, hanno in comune due concetti fondamentali: la perdita della dignità e la voglia di rivalsa. Il licenziamento di Luciana per via della gravidanza; le colpe di un matrimonio in crisi per Stefano; la difficile ambientazione di Antonio nella nuova stazione di Polizia. Tra chiacchiere e pregiudizi, i tre protagonisti fanno parte degli "ultimi". Esseri umani a caccia di soluzioni non sempre facili da individuare. Ciò che colpisce della sceneggiatura (scritta anche da Paola Cortellesi) è la profonda caratterizzazione dei personaggi, interpretati al meglio da attori credibili e autoironici. Ma se l'attrice romana si avvicina bene al ruolo drammatico che il testo le impone, Gassmann - suo partner - la affianca con meno enfasi e bravura. Da sottolineare l'estrema versatilità di Bentivoglio, reduce dal recente Dobbiamo parlare di Sergio Rubini: i suoi sono personaggi sempre diversi e sfaccettati, ma credibili, piacevoli e difficilmente dimenticabili.


Ciò che manca al film prodotto da Fulvio e Federica Lucisano è tuttavia il cardine del drammatico, ovvero una regia perfetta. Seppur con bei momenti e picchi emozionali, Bruno si distacca con difficoltà dalla "neo-commedia all'italiana": come già per Confusi e felici, agli sprazzi di serietà (non sempre trattati con sapienza) si alterna un umorismo leggero che domina la risoluzione della pellicola. Il finale poi, anche se intenso, è oltremodo eccessivo. La disperazione, le rinunce, l'attualità de Gli ultimi saranno ultimi accendono i riflettori in maniera più che apprezzabile sui molti problemi dell'Italia di oggi. Di nuovo, le questioni degli italiani vengono trasportate sul grande schermo con estremo rispetto da Massimiliano Bruno. Ma se questo è indubbiamente un punto a favore, c'è ancora tanta strada da percorrere per puntare quei riflettori in maniera cinematograficamente più forte.


www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
zhifei-zhou-XO4A1pWBEbE-unsplash

Supporta Silenzio in Sala

Quickly engage integrated total linkage whereas backward-compatible methodologies.

Efficiently synergize state of the art interfaces vis-a-vis value-added services. 

Create Website | Free and Easy Website Builder