​CONTATTI


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Sisbianco
Sisnero

CONTATTI

Piano9logobianco
Piano9logobianco

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

SILENZIOINSALA.COM – Più che spettatori
un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

Lulu

2014-10-19 10:00

Valentina Pettinato

Recensioni Film,

Lulu

Sentimenti come carne da macello...

28621-.jpeg

Sentimenti come carne da macello. Sbriciolati, tritati tutti insieme indistintamente. Questa è la visione dell'amore del giovanissimo regista Louis Ortega che, dopo aver stupito la critica con il suo primo lavoro, si presenta al Festival di Roma (nella sezione Cinema d'oggi) con Lulu, un film che ha come protagonisti due giovani reietti nel loro infantile tentativo di costruzione di un amore.


Ludmilla, una giovane in fuga dalla famiglia, scappa di casa per non essere più costretta a vedere suo padre, malato di alzheimer. Si rifugia così nella storia d'amore con l'irritante Lucas, con il quale va a vivere in una baracca in periferia. Il loro è un amore randagio: Ludmilla vorrebbe avere dei bambini, ma non sa badare a se stessa e soffre per la poca stabilità affettiva che riceve dal fidanzato. Dal canto suo, Lucas è un teppistello incosciente che, tra un furtarello e una molestia sessuale, continua a professarsi innamorato di Ludmilla. Come pegno d'amore le ha persino conficcato una pallottola vagante nell'addome, sbagliando a puntare la pistola. Negli sprazzi di lucida maturità, il ragazzo lavora su un camion aiutando un vecchio a trasportare carcasse di animali da macellare: il suo piano è di metter su famiglia con Ludmilla e fare con lei ben cento bambini.


Il regista ha raccontato di aver progettato il film attorno a un'idea: una sedia a rotelle e un camion con resti di carne bovina. In effetti per tutto il film queste due immagini schizofreniche si ripropongono in maniera estenuante e infastidiscono. Nonostante i punti di debolezza, il film - che si presenta già molto male - è un lavoro interessante. A partire dal titolo, acronimo dei nomi dei due protagonisti Ludmilla e Lucas, odiosi allo spettatore sin dalla prima scena: lei utilizza, senza averne bisogno, una sedia a rotelle; lui - se possibile ancora più irritante - balla in momenti assolutamente fuori luogo, fa il bullo, è sciatto, molesto e nemmeno bello. Quello che compie il film di Ortega, con queste premesse, è una specie di miracolo. Due solitudini, unite dalla loro infinita e inconsapevole tristezza e da una crasi stridula in cui tutto è cigolio, fastidio, rumore. Nel raccontare l'amore immaginato - in un gioco da ragazzini dove tutto è troppo serio, sebbene loro non abbiano minimamente lo spessore adatto a sostenere il logorio della vita - il regista, complice la sua giovane età, fa centro. Non c'è caratterizzazione profonda dei personaggi, sono solo carne. I protagonisti non hanno un futuro, non hanno ideali o progetti concreti. Si amano nonostante le pallottole, nonostante lo sporco, l'accattonaggio, l'assenza di prospettive. Si amano in un modo tutto loro: un gioco stupido, per Lucas, qualcosa in più per Ludmilla, che tenta (senza troppo successo) di mostrare al giovane compagno qualche minima parvenza di crescita e di cambiamento. Una storia di disagio e di libertà compulsiva, che ha protagonisti due bambini autolesionisti. Lulu non è un film per tutti, non è un film bello ma riesce proprio nei suoi tratti trash più estremi. Più di una storia d'amore, una favola splatter.


www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
zhifei-zhou-XO4A1pWBEbE-unsplash

Supporta Silenzio in Sala

Quickly engage integrated total linkage whereas backward-compatible methodologies.

Efficiently synergize state of the art interfaces vis-a-vis value-added services. 

Create Website | Free and Easy Website Builder